STARVOICES.IT

Pubblicato Venerdì, 29 Marzo 2013 10:04
Visite: 1678

LA CALMA TEMPESTA DI WALTER PRADEL

(tratto da starvoices.it)

 

Walter Pradel è un versatile e poliedrico cantante, attore di musical e video, modello, Torinese di nascita, ma cosmopolita d’adozione.

Dopo il primo CD, “Tutto Da Rifare”, che contiene hit come “Frequento Il Vento”, canzone vincitrice di numerosi riconoscimenti, tra i quali il prestigioso Premio Gallo D’Oro” come Miglior singolo indipendente del 2011, Walter torna con un nuovo lavoro, “Calma Tempesta”, nato dalla collaborazione con Rondò Anthology.

L’album, un mix di sonorità classiche ed elementi elettronici,  è prodotto da Maia Records nelle figura di Giacomo Caliolo (già Rondò Veneziano), con gli arrangiamenti sempre eseguiti da Caliolo, con la sezione archi curata ed arrangiata da Roberto Izzo (GNU QUARTET). Contiene 10 traccie, 5 pezzi inediti e le corrispettive versioni instrumental. Si passa dal rock melodico del singolo apripista, “Un’Altra Musica”, alla dolcezza melodica quasi lirica di “Ouverture”, dalla moderna e ritmata “L’Abbandono”, alla romantica “Calma Tempesta”, e si conclude con un trionfo di musica classica, “Eterna Lontananza”.

Il prodotto è curato nei minimi dettagli e gli arrangiamenti sono suonati magistralmente, Walter Pradel si misura con la musica classica, mischiando il suo stile e la sua particolarissima voce con un leggero taglio operistico.

Il video del primo singolo, “Un’Altra Musica”, girato da Alessio Novi,   ha superato le 219.000 visualizzazioni su youtube Il gruppo dei Rondò Anthology per l’occasione è formato da 9 elementi: basso, chitarra, batteria, tastiere, cori e chitarra, voce e tre violinisti per riprodurrre dal vivo la magia degli archi uniti ad arrangiamenti moderni.

Tra gli appuntamenti da non perdere per seguire Walter Pradel, vi ricordiamo la FIM, Fiera Internazionale della Musica il 26 Maggio 2013 a Villanova D’Albenga ; un evento che vede la partecipazione di altri importantissimi nomi del panorama musicale italiano come Niccolò Fabi.